ESPOSIZIONE ALL’AMIANTO: estesi i benefici previdenziali.
Sono riconosciuti anche per gli anni 2019 e 2020 i benefici previdenziali derivanti dall’esposizione all’amianto, previsti per i lavoratori di cui all’art. 1, comma 117, l. n. 190/2014, affetti da patologia asbesto-correlata. Lo dispone l’INPS con il messaggio n. 4253 del 15 novembre 2018.

Ne consegue che il beneficio della maggiorazione dell’anzianità assicurativa e contributiva, di cui all’art. 1, comma 117, l. n. 190/2014, trova applicazione anche per i trattamenti pensionistici aventi decorrenza nel corso degli anni 2019 e 2020.

Viene disposto inoltre che il beneficio dell’accompagnamento alla quiescenza, di cui all’art. 1, comma 276, l. n. 208/2015, è riconosciuto fino all’anno 2020.
Per accedere al beneficio gli interessati devono presentare, entro e non oltre il 30 novembre 2018, apposita domanda telematica, tramite i seguenti consueti canali posti a disposizione dall’Istituto:
– Web, attraverso il servizio online dedicato, se in possesso di un codice PIN rilasciato dall’INPS, di una identità SPID o di una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per l’accesso ai servizi telematizzati dell’Istituto;
– Contact Center multicanale, chiamando da telefono fisso il numero verde gratuito 803 164 o da telefono cellulare il numero 06 164164, se in possesso di un codice PIN;
– Patronati e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi, anche se non in possesso di un codice PIN.